SIMONA COTZA

SIMONA COTZA

Il profumo dei colori a cera dell’asilo, la reflex in disuso nella vetrina di casa, i colori dell’anima e delle emozioni, osservare i riflessi del mondo negli specchi, e poi domande, su luoghi comuni e stereotipi. L’arte é la mia luna piena in un paesaggio notturno. Pittura, ma non solo…

 

Biografia sintetica
Simona Cotza, classe 1976, nasce con la passione per l’arte e il disegno, ma nel 1995 consegue il diploma per Ragioniere e Perito Commerciale. Nel 1996 frequenta un corso di computergrafica e nel 2000 un corso base di fotografa. Inizia a lavorare nel 1999 con contratti a progetto per elaborazione dati, per l’Università degli Studi di Cagliari, poi per l’ASL 8 e infine per l’Azienda AOBrotzu (oggi). Sfumata la possibilità di trasferirsi a Bologna per frequentare l’Accademia di Belle Arti, riesce nel 2003-2006 a frequentare il corso serale del Liceo Artistico Foiso Fois di Cagliari, sezione accademia. Nel 2007 inizia la ricerca stilistica e iniziano anche le prime esposizioni presso varie gallerie di Cagliari, in Sardegna e in Italia, con dei lavori fotografici o di pittura contemporanea astratta. Nel 2012, con la maternità, i ritmi rallentano. Nel 2020-2021 approfondisce gli studi fotografici con un percorso sia commerciale che artistico presso il Centro Fotografico Cagliari di C. Castelnuovo, avvicinandosi non solo alla ritrattistica in fotografa ma anche all’arte concettuale.
Diverse sono le mostre a cui Simona Cotza ha partecipato tra cui, nel 2020 a Cagliari, presso Spazio 61, con una personale di pittura dal titolo “Ritagli nel tempo” e nel 2019 a Milano, dove ha esposto le sue opere pittoriche con la collettiva “Distacchi Partenze Separazioni” presso Circuiti Dinamici.
https://www.facebook.com/simona.cotzahttps://www.instagram.com/smoonyart