STEFANO CARLO VECOLI

STEFANO CARLO VECOLI

Presenze Immaginarie fu il titolo della prima mostra, nel 2012, e sintetizza quello che è il mio approccio al mondo dell’arte.
Un mondo che è intorno a noi e dentro di noi in ogni aspetto della nostra vita, ma che vive appunto “dentro” e quasi mai viene alla luce in contatto con la nostra e altrui realtà quotidiana.

 

Biografia sintetica
Stefano Carlo Vecoli è nato a Viareggio, in tempo per attraversare, nella sua adolescenza, i passionali anni settanta. Architetto, ha insegnato disegno e storia dell’arte nei licei in Toscana. Ha esposto in numerose personali e collettive nella sua Regione e in Italia, sue opere sono in collezioni private e pubbliche.
I suoi temi spaziano dalle donne alla mitologia, dai paesaggi e città della Toscana a personaggi fiabeschi e sognati, tutto immerso in atmosfere sognanti, in sguardi giocosi e al tempo stesso attenti e profondi. Il mondo pittorico di Vecoli si muove attingendo e confrontandosi con tutte le esperienze pittoriche del novecento, creando un proprio linguaggio che parla a questo scorcio di nuovo millennio, non dimenticando il senso del piacere visivo e fisico della pittura, nei suoi elementi basilari del colore e del segno. Se nella pittura è un realismo magico che lega tutti i suoi lavori, nella scrittura Vecoli scava negli uomini e nelle donne come nell’ultimo suo lavoro “Crescevano Sogni” (Porto Seguro edizioni), che ci racconta la storia di un gruppo di ragazzi che cerca di divenire adulto intorno agli anni “68 e Settanta. Vive e lavora in Toscana.
I temi di Vecoli spaziano dalle donne alla mitologia, dai paesaggi e città della Toscana a personaggi fiabeschi e sognati, tutto immerso in atmosfere sognanti, in sguardi giocosi e al tempo stesso attenti e profondi. Attinge e si confronta con tutte le esperienze pittoriche del novecento, creando un proprio linguaggio che parla a questo scorcio di nuovo millennio, non dimenticando il senso del piacere visivo e fisico della pittura, nei suoi elementi basilari del colore e del segno.
www.stefanocarlovecoli.itfacebook.com/stefanocarlovecoliartifex